Federigo Degli Alberighi: storia e riassunto

L’opera del Decamerone è famosissima in tutta Italia, poiché rappresenta un momento “epocale”. Nel 1350, anno della peste nera che ha decimato la popolazione Europa, troviamo scrittori che hanno evidenziato questa situazione con opere monumentali. Tra queste c’è il Decamerone per l’appunto.

Si tratta di una raccolta di novelle, suddivise in 10 giorni trascorsi al di fuori delle città che stavano “sopravvivendo” alla peste, di un gruppo di persone.

Tra le novelle più amate, troviamo quella di Federigo Degli Alberighi. Per l’esattezza è la nona novella e appartiene alla quinta giornata. Il suo tema principale e quello degli amori.

Decamerone: chi è Federigo Degli Alberighi?

Il quinto giorno, nel Decamerone, c’è la “regina” della giornata, cioè colei che ha il compito di raccontare una storia. Il tema è l’amore. La racconta Fiammetta, una delle narratrici del gruppo.

In questa novella troviamo come protagonista Federigo Degli Alberighi. Nobile fiorentino che era innamorato di Monna Giovanna. Per lei il nobile dilapida il patrimonio. Tutto per riuscire ad avere delle attenzioni dalla donna che era sposata.

Federigo Degli Alberighi finisce in povertà, trattenendo per il suo sostentamento solo un piccolo podere. Improvvisamente il marito di Giovanna muore. Lei va a trascorrere l’estate seguente in un podere confinante con quello di Federigo.

Follie per amore

Va detto che Federigo per mantenersi possiede un falcone che gli procura cibo e sostentamento. Mentre Giovanna ha un figlio gravemente malato.

Il figlio vede il falcone che vola libero e richiede alla madre di poterlo avere. La donna non sa come fare perché è uno spasimante rifiutato. Cosi organizza un pranzo nel podere di Federigo, sempre nella speranza che quest’ultimo gli possa regalare il suo falcone.

A questo punto c’è il colpo di scena. Federigo era ormai povero e per fare bella figura con la donna decide di fare un pranzo sontuoso, ma per questo deve cucinare proprio il falcone.

Finito il pasto Giovanna gli chiede se gli può regalare il suo Falcone per esaudire il desiderio del figlio.

L’epilogo di Federigo Degli Alberighi

Dopo poco il figlio di Giovanna muore. Tuttavia, la donna è rimasta realmente colpita dei tanti sacrifici di Federigo. Non tanto perché ha dilapidato un patrimonio, ma perché ha cucinato il falcone, il suo unico sostentamento, per trascorrere qualche momento con Giovanna.

Questo gesto ha commosso la donna che in seguito decise di sposarlo anche sotto la spinta dei fratelli di maritarsi nuovamente. Avendo una buona dote e molte proprietà lasciate dal marito, porta in dote una discreta fortuna a Federigo Degli Alberighi.