Inappetenza: quali sono le cause e i migliori rimedi naturali per stimolare l’appetito?

Una persona sana e in forma, normalmente ha un appetito forte e ha voglia di mangiare. Se questo cambia, nel corso della vita, si parla d’inappetenza: si tratta di una condizione piuttosto comune, che può avvenire sia per un discorso di anzianità, sia per altre problematiche legate a cause fisiologiche, patologiche o psicologiche.

Ma mangiare, oltre ad essere uno dei piaceri della vita, è anche il modo in cui rendiamo il nostro corpo forte e in grado di sostenerci: una mancanza o diminuzione di appetito, e una conseguente riduzione del cibo che si assume durante la vita quotidiana, a lungo andare può provocare seri danni, andando ad indebolire la forza dei muscoli e tutta una serie di parametri che servono all’organismo per funzionare bene.

Che cos’è l’inappetenza e quali sono le cause

La mancanza di appetito e la diminuzione della voglia di mangiare, in termine medico si definisce inappetenza, e si manifesta sia la mattina appena svegli, sia durante tutto l’arco della giornata. È una condizione che può capitare a tutti di sperimentare nel corso della vita, soprattutto in momenti particolarmente stressanti o difficili emotivamente.

Solitamente, però, si tratta di una condizione temporanea: se l’inappetenza, invece, perdura e non passa, è un campanello d’allarme da non sottovalutare, perché potrebbe indicare la presenza di una malattia fisica o di un disagio a livello psicologico.

Una prolungata condizione di inappetenza, infatti, può diventare un vero e proprio disturbo alimentare, che oltre a portare grandi danni psicologici può causare dei deficit nutrizionali importanti, e un malfunzionamento dell’organismo.

Ecco perché è molto importante, non appena si nota di avere sintomi come spossatezza, debolezza e mancanza di appetito cronica, rivolgersi al proprio medico per indagare e trovare una cura appropriata.

Le cause che possono generare uno stato di inappetenza possono essere:

– malessere fisico generale, legato magari a particolari momenti stanchezza;

– psicosomatiche;

– patologie associate a problemi fisici di vario livello;

– psichiatriche, legate a disturbi alimentari;

I migliori rimedi naturali contro l’inappetenza

Posto che, in caso di inappetenza, è assolutamente necessario rivolgersi a un medico, è possibile ricorrere anche a dei metodi naturali che possano aiutarci a stimolare l’appetito perduto.

Molte tecniche sono legate alle abitudini quotidiane e all’ambito psicologico: si consiglia, per esempio, di spegnere tutta la tecnologia al momento dei pasti per concentrarsi sul colore e il profumo di quello che si ha nel piatto. Un metodo valido, che aiuta molto, è di variare i pasti il più possibile così da evitare di farsi prendere dalla noia, ma anche avere una certa regolarità oraria nell’assunzione del cibo.

Per quanto riguarda la sfera alimentare, una tisana di genziana può aiutare fortemente a stimolare l’appetito, mentre lo zenzero, sotto forma di infuso o polverizzato nel cibo, è in grado sia di aiutare il senso di fame, sia di combattere l’eventuale senso di nausea.

Tra gli altri ingredienti naturali in grado di combattere l’inappetenza segnaliamo anche la china e l’angelica, da consumare almeno due volte al giorno prima dei pasti.