Parole che contengono “scu” e “squ”: quali sono? Evitiamo gli errori più comuni

L’italiano, la nostra madrelingua, è uno tra gli idiomi più amati anche dagli stranieri, ma da noi stessi sottovalutato, soprattutto commettiamo gli errori a livello grammaticale e ortografico. Uno degli errori più comuni che ancora si fanno è confondere le parole che iniziano con “scu” con quelle che iniziano con “squ”.

Parole che iniziano con “scu” e parole che iniziano con “squ”

“Scu”: ecco l’elenco con le parole che iniziano con questa sillaba

Tra queste, quella scritta ancora con la Q, alle volte, è proprio la parola scuola, quell’edificio che tutti conosciamo dove gli allievi vanno ad imparare e ad assumere nuove conoscenze. Quali sono le altre?

  • Scusa, scusarsi: parola che si usa spesso quando si vuole chiedere perdono ad una persona, oppure ancora può essere un pretesto per nascondere una reale intenzione o la verità, appunto, una “scusa”, una piccola bugia detta per non fare qualcosa.
  • Scuoiare: togliere la pelle di un animale, privarla appunto del “cuoio”, della cute.
  • Scudo: oggetto in genere di metallo usato per difendersi e proteggersi dagli attacchi in un combattimento di spade
  • Scuderia: nella Formula 1 è il complesso delle macchine da corsa di una stessa casa di produzione. Nell’ippica è un insieme di ambienti dove vengono tenuti i cavalli per essere allevati.
  • Scuotere: muovere qualcuno o qualcosa in direzioni alterne e diverse in modo abbastanza concitato, producendo oscillazioni a volte violente.
  • Scuocere: Rendere un cibo,come ad esempio la pasta o il riso, ancora più cotto di quanto indicato, renderlo immangiabile.
  • Scucire: togliere la cucitura a un indumento.
  • Sculaccione: atto violento tipico delle madri che rimproverano i figli, che consiste in uno schiaffo sulle natiche.

Parole che iniziano con “squ”: da non confonderle con quelle di prima

  • Squadra: complesso di persone prendono parte ad un gioco o ad un lavoro di gruppo. La squadra è anche quell’oggetto a forma di triangolo utilizzato per comporre figure geometriche più precise, soprattutto quelle solide, e dotate di misure in centimetri e millimetri.
  • Squalificato: persona esclusa da un gioco per non averne rispettato le regole.
  • Squallido: In senso letterale è sinonimo di desolato, misero e abbandonato; per quanto riguarda la descrizione delle persone, si tratta di un individuo moralmente ripugnante.
  • Squalo: uno degli animali marini più feroci e pericolosi.
  • Squillo: il rumore che fa il telefono o il cellulare. Al giorno d’oggi, squillo è anche la parola che si usa per designare una prostituta.
  • Squisito: un cibo che è più che buono.
  • Squittire: è il verso acuto che fa il topo.
  • Squarcio: una grossa apertura in un tessuto, nel suolo, un’enorme ferita profonda.
  • Squartare: atto violento contro un animale o una persona che consiste nell’aprire il corpo in due parti con un’arma tagliente, uccidendoli.
  • Squama: ispessimento corneo che forma ha la superficie corporea di un pesce o di un rettile.