Gli attrezzi indispensabili per lavorare il legno

Tra gli hobby più diffusi e che non hanno ancora perso verve nonostante un passato antico e remoto, non manca quello della lavorazione del legno. Parliamo di un’arte dalla storia incredibilmente millenaria e quasi intramontabile: non a caso, infatti, intorno agli anni ‘50 e ‘60 del Novecento, quasi ogni famiglia disponeva di un falegname in casa, che conosceva molto bene l’arte di lavorare il legno. Nonostante i tempi siano cambiati, però, la lavorazione di questo prodotto è divenuta comunque un vero e proprio passatempo molto diffuso nel nostro Paese.

Esattamente come per ogni altro hobby che si rispetti, anche il legno necessita comunque dei suoi attrezzi indispensabili, per poter creare delle vere e proprie opere d’arte invidiabili ai più. Strumenti facilmente reperibili sia online che in negozi specializzati proprio in questo settore. Ecco i principali.

  1. Fresatrice per la fresatura

La fresatrice è uno strumento che permette di perfezionare il legno, smussare gli angoli, realizzare scanalature ma anche decori e profili di un certo tipo. Insomma, la fresatrice ha proprio lo scopo di permettere al falegname o a chi desidera lavorare questo materiale di ottenere un lavoro di precisione e di rifinire l’oggetto in questione. Esistono diverse tipologie di fresatrici in commercio e che permettono di compiere diverse attività con il legno come anche tagliarlo e creare degli incastri perfetti.

  1. Pirografo

Il pirografo serve a colorare e rendere più particolare e unico l’oggetto in legno. È composto da un piccolo pennino dalla punta incandescente che, una volta poggiato sull’oggetto in questione, permette quasi di scrivere e disegnare sul materiale. Difatti, il calore della penna brucia il prodotto creando, poi, delle vere e proprie incisioni. I pirografi più professionali non permettono solo di disegnare su legno ma anche di creare delle suggestive sfumature, regolando l’intensità di calore della penna, in modo tale da realizzare delle incredibili opere artistiche. L’arte della pirografia, tra l’altro, ha un’origine davvero antichissima e permetteva di decorare il legno anche in epoche lontanissime come quelle popolate dagli egizi. Il pirografo per legno professionale è facilmente reperibile in rete ma anche nei negozi di falegnameria particolarmente attrezzati.

  1. Carta abrasiva o levigatrice orbitale

Questi due strumenti, che possono esser utilizzati anche insieme, permettono di levigare il legno, rendendolo più liscio ed eventualmente pronto ad una verniciatura. Difatti il loro scopo è quello di eliminare scanalature o comunque irregolarità che renderebbero la superficie del legno fin troppo inelegante. Con una carta abrasiva o una levigatrice apposita, invece, ciò non succede.

  1. Spazzola per la spazzolatura

La spazzola serve ad eliminare lo strato più “morbido” del legno, mettendo in risalto, invece, quello più duro e composto dalle sue vene naturali. Lo scopo della spazzola, infatti, è proprio quello di dare risalto alle vene più naturali del legno, conferendo all’oggetto in questione un aspetto quasi rustico e molto realistico. Tra l’altro, per dare ancora più enfasi a queste linee, spesso si utilizza anche una vernice ad hoc, che risalta proprio la composizione più naturale di questo materiale.

  1. Strumenti per la sicurezza

Partendo dal presupposto che lavorare il legno significa anche maneggiare attrezzi pressoché pericolosi, c’è altresì il fattore sicurezza da tenere in considerazione. Difatti, ci sono altri tre strumenti rigorosamente indispensabili per proteggersi, sia dalle sostanze che spesso si utilizzano per la lavorazione, che dai prodotti il più delle volte poco sicuri e troppo affilati. E sono:

  • Occhiali protettivi: andrebbero usati ogni qualvolta si effettua un taglio del legno, con lo scopo di proteggere gli occhi;
  • Mascherina anti-polvere: questa va indossata soprattutto in occasione del taglio o della spazzolatura del legno poiché aiuta l’individuo a non inalare troppa polvere;
  • Guanti in cuoio: questi proteggono le mani, soprattutto a contatto con sostanze potenzialmente pericolose per la pelle.