Perché i musulmani non mangiano il maiale? Motivi religiosi e curiosità

A tutti è capitato di sentir dire che, nell’Islam, è proibito mangiare la carne di maiale. Le motivazioni di questo divieto, però non sono altrettanto conosciute: basti pensare che la domanda “perché i musulmani non mangiano il maiale?” è una delle digitate dalle persone nei motori di ricerca.

Sicuramente la spiegazione va cercata nella loro religione e nella loro cultura, ma è giusto andare a capire le motivazioni più profonde di questa scelta. In un mondo sempre più globalizzato, infatti, è fondamentale comprendere le diverse culture, affinché attraverso la conoscenza, riescano a comprendersi e a coesistere.

Perché il maiale è proibito per i musulmani

La prima spiegazione al divieto che hanno i musulmani di mangiare carne di maiale va ricercato nel libro sacro dell’Islam, il Corano: nel testo infatti viene definito haram, proibito, e il motivo viene specificato precisamente nella Sura 6.

Secondo quando riportato il maiale è definito un animale impuro e immondo, un animale che si ciba di tutto, considerato in generale sporco. Poiché i musulmani credono che siamo quello che mangiamo e che la purezza d’animo si alimenti anche tramite il cibo, ecco che mangiare il male, che ha una così bassa considerazione, può rendere sporco e impuro anche l’umano che lo ingerisce.

Oltre alle motivazioni religiose, che sono le principali, si possono rintracciare anche delle ragioni ecologico – sanitarie, per cui il divieto nascerebbe come un intento di proteggere i fedeli dalla nocività di quel tipo di carne nei climi caldi.

Infatti la carne di suino, se poco cotta, può essere vettore di parassiti, e poiché il combustibile per il fuoco non era facilmente reperibile, poteva risultava difficile assicurarsi una buona cottura. Inoltre va considerato che, in una zona del mondo così calda, era davvero difficile poter conservare correttamente la carne di maiale senza avere mezzi moderni come i frigoriferi, e quindi questa difficoltà potrebbe essere un altro dei motivi per cui è stato inserito il divieto.

Curiosità

  • Il consumo di carne di maiale, per i musulmani, è espressamente vietato dal Corano, ma esistono delle eccezioni elencate dallo stesso libro sacro: in caso di assoluta necessità, se si rischia di morire di fame, se si rischia una grave malattia e non c’è proprio nessuna alternativa, allora e solo allora è permesso mangiare suino.
  • Ancora oggi in tanti paesi del Medio Oriente, tra cui ad esempio l’Iran, l’Arabia Saudita e il Qatar, oltre che al consumo è assolutamente vietata la produzione, l’importazione e la vendita di carne suina.
  • I musulmani non sono gli unici ad avere questo divieto: anche la religione ebraica prevede l’assoluto divieto di mangiare il maiale. L’Ebraismo, infatti, divide i cibi fra puri e impuri (di cui fa parte appunto il suino), e ha regole molto strette anche per le carni consentite: possono essere consumate, infatti, solo se prima sono sottoposte alla macellazione rituale, immerse nell’acqua per mezz’ora, quindi sotto sale per un’ora e poi risciacquate.