Idrosemina fai da te: guida pratica e consigli

Quando si tratta di dare vita nuova al proprio giardino, la tecnica dell’idrosemina è una delle più utilizzate, e serve proprio a far crescere un bel velo di erba che ricopra in modo permanente il terreno, oppure per avere uno strato d’erba che vada a limitare l’azione battente dell’acqua.

Ma anche per puri motivi estetici l’idrosemina va benissimo: usando questo metodo casalingo infatti, semplice e piuttosto economico, si ha la possibilità di far crescere un bel manto erboso con degli ottimi risultati e con uno sforzo minimo.

Idrosemina fai da te: come realizzarla

Realizzare in casa l’idrosemina è davvero molto semplice: l’elemento fondamentale è la creazione di una miscela dalle proprietà particolare, che andrà poi a essere distribuita sul terreno utilizzando un particolare macchinario.

Questo tipo di mix è composto, nello specifico, da un insieme di semi, acqua, fertilizzante e pacciamatura: gli ingredienti vanno amalgamati bene tutti insieme, per poi precedere alla distribuzione sul terreno tramite un macchinario chiamato idroseminatrice, facilmente acquistabile anche online e che permette di seminare e fertilizzare in un solo colpo.

Poiché in questa mistura è presente la pacciamatura, che è ricchissima di fibre che trattengono quantità abbondati di acqua, si ha il vantaggio di mantenere direttamente i semi ben umidi con una sola azione. Chiaramente la mistura per l’idrosemina andrà a differenziarsi in base ai diversi tipi di terreno da trattare: ogni suolo, infatti, ha le sue caratteristiche e ha bisogno di una particolare varietà degli ingredienti descritti sopra.

Quindi, in base alla tipologia di prodotti usati per creare la miscela, si possono distinguere:

  • idrosemine normali (le più diffuse per i giardini)
  • idrosemine con substrati (torbe)
  • idrosemine con cellulose
  • idrosemine con argille colloidali
  •  idrosemine con mulch
  • idrosemine per terreni argillosi
  • idrosemine terre armate
  • idrosemine con biostuoie e/o georeti.

Costi e attrezzature necessarie

Il bello dell’idrosemina fai da te è anche il suo prezzo accessibile: certo, molto dipende dalla grandezza della superficie che deve essere trattato. Generalmente, comunque, i preparati standard si aggirano intorno ai 30 grammi, e vengono venduti con altri ingredienti standard.

Facendo un esempio più concreto, per un prato di 1.000 mq il costo può aggirarsi intorno all’euro e mezzo al metro quadro, e tutto il necessario può essere facilmente acquistabile sia online sia nei negozi specializzati in giardinaggio.

L’altra spesa da effettuare, per poter procedere con l’idrosemina fai da te, è l’acquisto di una macchina specifica, l’idroseminatrice: si tratta di un dispositivo che serve a distribuire i semi su superfici specifiche, insieme ad altri ingredienti “coadiuvanti”. In pratica, questo macchinario è una sorta di cisterna in cui si vanno a inserire tutti gli ingredienti della miscela: ci penserà la macchina, una volta attivata, a mescolare il tutto e a distribuirla uniformemente sulla superficie che desideriamo.

Oltre a essere molto comoda, l’idroseminatrice è anche piuttosto economica: un modello acquistabile a circa 20 euro su Amazon, per esempio, riesce a coprire fino a 10 mq, e quindi risulta ideale per l’uso domestico.