Collirio antibiotico: quando utilizzarlo, dosaggi e controindicazioni

Gli occhi sono lo specchio dell’anima, ma se sono arrossati o iniettati di sangue non siamo demoni, abbiamo solo un’infezione.

Delicati, anzi delicatissimi. Gli occhi hanno un equilibrio facile da danneggiare, sia per i fattori esterni che anche per la salute interna. Esiste anche una diagnosi medica che avviene direttamente dallo stato del bulbo oculare.

Per fortuna ci sono dei colliri antibiotici che sono studiati proprio per contrastare queste infezioni. Alcuni di essi sono anche vendibili come farmaci da banco. Altri invece sono acquistabili solo tramite ricetta medica con prescrizione e dosaggio.

Sintomi di infezione agli occhi

Le cause delle infezioni agli occhi sono molte, alcune derivano direttamente da pollini, virus e batteri che ci sono nell’aria. Poi anche il clima, come il freddo oppure anche il vento, colpiscono la pressione del bulbo oculare.

I sintomi di infezioni che poi hanno bisogno di avere un utilizzo di un collirio antibiotico sono quelli di:

  • Occhi rossi
  • Venuzze piene di sangue
  • Appannamento della vista
  • Sensazione di prurito
  • Avvertire granelli di sabbia che grattano l’occhio
  • Infiammazione

Sono comunque dei malesseri particolarmente fastidiosi che poi degenerano perché anche durante la notte, tendono a bruciare. Allora ecco che il collirio antibiotico diventa indispensabile.

Collirio antibiotico, come e quando usarlo

Il collirio antibiotico lo si può usare nelle fasi acute di dolore. Immediatamente si ha un sollievo.

Nelle infezioni gravi, potrebbe esserci anche un aumento della pressione del bulbo oculare. Come capirlo? Ogni tanto avvertiamo l’occhio come se stesse pulsando. A livello estetico si potrebbe notare anche un gonfiore o una diversità di grandezza tra gli occhi.

A questo punto non c’è da spaventarsi, ma solo prendere coscienza che effettivamente ci sono dei problemi da risolvere. Potete fare una visita medica oppure chiedere al farmacista che vi darà sicuramente un collirio antibiotico utile a ridurre questi fastidi.

Dosi consigliate ed effetti collaterali

La cura che si deve fare con il Collirio antibiotico può durare dai 3 giorni fino ad una settimana, nella fase acuta.

Le dosi consigliate sono due gocce ogni tre volte al giorno. In caso di problemi che sono dati anche da pressione alterata del bulbo oculare, la dose potrebbe essere di tre gocce per 5 volte al giorno.

Attenzione che dovete pulire accuratamente le mani. Lasciare che le gocce agiscano senza asciugare o tamponare gli occhi, dopo averle spruzzate, con un fazzoletto. Aspettare che si asciughino e magari lavate poi il viso.

Non abusare del collirio antibiotico, con una dose eccessiva oppure per più giorni, se non prescritti dal medico.

Gli effetti collaterali sono bruciore molto acuto. Si diventa sensibili ai principi attivi. Offuscamento della vista e irritazione oculare.