DPI e Coronavirus: guida alla scelta di gel e mascherine

Nonostante siano passati ormai diversi mesi dall’esplosione della pandemia da coronavirus, tantissimi paesi del mondo sono ancora impegnati nel tentativo di contrastarne la diffusione. È infatti quasi superfluo ricordare come il Covid-19 abbia radicalmente stravolto molte abitudini che in tantissimi consideravano quasi intoccabili. Nuove abitudini che ancora oggi sono considerate i migliori deterrenti per abbassare il rischio di contagio e che possono venire raggruppate in tre macro-categorie.

La prima è strettamente legata al rispetto di un rigido distanziamento sociale tra le persone, che varia, a seconda della nazione, tra uno e due metri. In secondo luogo, l’utilizzo di mascherine e dispositivi di protezione individuale, da considerarsi ormai obbligatorio in tante diverse circostanze. Infine, ultima ma non ultima, l’igiene personale, che deve essere curata quotidianamente con un’attenzione il più alta possibile.

Prodotti specifici per ridurre il rischio contagio

Per fortuna tutti i comportamenti e le indicazioni di cui sopra possono essere seguiti senza particolari difficoltà, grazie all’uso di prodotti facilmente acquistabili anche online. Ad esempio, su mmask.it, portale specializzato nella vendita di dispositivi per la protezione individuale, è possibile trovare una vasta scelta di gel disinfettanti e mascherine a seconda delle singole necessità.

Va infatti sottolineato come esistano tante diverse opzioni, sia per quello che riguarda i prodotti igienizzanti sia per quello che riguarda i DPI (acronimo che sta proprio per “Dispositivo di Protezione Individuale”). Non tutte le mascherine e non tutti i gel sono dunque uguali ed è importante sapere quale sia il più adatto alla propria condizione personale e professionale.

Gel igienizzanti

Prima di entrare nel merito delle opportunità di scelta, è importante innanzitutto specificare cosa si intenda precisamente quando si parla di “gel igienizzante”. Ebbene, si tratta di prodotti cosmetici sviluppati per garantire la massima protezione possibile da batteri, da germi e, in certi casi, anche dai virus.

In tal senso gli igienizzanti più sicuro sono quelli realizzati con una percentuale di alcol etilico denaturato variabile tra il 60 e l’85%. A ciò si aggiunga che questi gel possono venire comodamente utilizzati in ogni luogo e situazione visto che, spesso e volentieri, non hanno bisogno di acqua. Ciò vuol dire che sarà sufficiente applicare il prodotto direttamente sulle mani e sfregarle per far sì che venga naturalmente assorbito dalla pelle, andandola a detergere e proteggere.

Mascherine chirurgiche

Se possibile, la scelta di mascherine è ancora più vasta rispetto a quella di gel igienizzanti. Esistono infatti tante diverse mascherine, caratterizzate da altrettanti livelli di protezione individuale. Innanzitutto le classiche mascherine chirurgiche: prodotti “usa e getta” che, è bene ribadirlo, non possono venire considerati dispositivi di protezione individuale.

Queste mascherine sono piuttosto dei “presidi a uso medico”, che tutelano il prossimo più di quanto non proteggano chi le utilizza. Ecco perché, qualora si sia sottoposti a condizioni di reale rischio contagio, è altamente consigliabile optare per un DPI vero e proprio.

Mascherine FFp

In questo caso la scelta ottimale consiste senza ombra di dubbio nelle mascherine facciali filtranti caratterizzate dalla sigla FFP: questo particolare acronimo sta per “Filtering Face Piece” e fa riferimento proprio alla classe di protezione della singola mascherina. I livello di protezione FFP variano da 1 a 3 e, come è facile intuire, la capacità filtrante cresce di pari passo con il livello indicato. Esiste infine una specie di via di mezzo tra le mascherine chirurgiche e le mascherine FFP, ovvero le mascherine di stoffa con tasca interna.

Questi dispositivi possono venire utilizzati a più riprese dopo un lavaggio e però possono al tempo stesso garantire una protezione notevole: la tasca interna può infatti venire riempita con appositi filtri certificati, capaci di aumentare sensibilmente il livello di filtraggio del prodotto.