Come comprare azioni Amazon nel 2020

Dopo aver registrato a luglio il più alto profitto in più di 26 anni di storia, la società fondata dal multimiliardario Jeff Bezos continua a sorprendere e a proporre nuovi servizi e prodotti: recentissima è la notizia dell’arrivo di tutta una serie di nuovi dispositivi legati al mercato del controllo vocale.

Con una impennata delle azioni Amazon che toccano quota +60% in borsa dall’inizio del lockdown praticamente globale, non sorprende quindi che le loro azioni facciano gola a molti. Se siete quindi tra quelli che vogliono comprare le azioni di Amazon, ma non sapete come investire in borsa o da dove cominciare, questo articolo farà sicuramente al caso vostro.

Prima di procedere sul come potrete investire in borsa grazie al trading online però, partiamo col fare un quadro generale del colosso di vendite online: Amazon.com, Inc.

Comprare azioni Amazon: la Storia

Amazon è un’azienda così ribattezzata da Bezos, il suo fondatore, per rievocare il famoso Rio delle Amazzoni.

Questa nasce nel 1994 negli Stati Uniti come libreria online con all’attivo sin da subito una vastissima scelta di titoli. Sopravvissuta alla bolla delle dot-com di fine anni ’90, cominciò il suo primo periodo di profitti  solo nel 2002.

Da allora, i suoi ricavi cominciarono a crescere costantemente, rimanendo sempre in attivo coi profitti.

Questo fu raggiunto anche grazie a una costante diversificazione dei prodotti online venduti, che non si limitavano più al solo libri, ma a una vasta gamma di articoli la cui peculiarità nella vendita stava nel fatto che quest’ultimi potevano essere recensiti dagli stessi clienti una volta acquistati.

Altra strategia vincente fu quella di dare la possibilità di rendere “associati” i venditori indipendenti che si vogliono avvalere della piattaforma di vendita online come vetrina per i propri prodotti.

Oltre a ciò, offre inoltre un servizio di abbonamento premium detto Amazon Prime il quale offre una serie di vantaggi tra cui una maggiore velocità nelle consegne e una serie di servizi associati, tra cui Prime Video, tentativo riuscito in pieno di Amazon di inserirsi nel mondo dello streaming a pagamento.

Comprare azioni Amazon: come fare

Come accennato prima, Amazon è riuscito, “grazie” alla pandemia del 2020, in un incredibile aumento di capitalizzazione uguale al +40%.

Non sorprende quindi che il suo fondatore, Jeff Bezos, sia l’uomo più ricco al mondo, con un patrimonio di 187 miliardi all’attivo.

Ma come fare se si vogliono comprare azioni Amazon? Ebbene, grazie al mondo del trading online, ciò sarà possibile virtualmente per tutti, e senza dover necessariamente acquistare uno stock vero e proprio di azioni.

Grazie infatti a un prodotto derivato come i CFD (Contract for Difference) infatti avremo la possibilità di sorpassare i metodi di investimento diretto, canonici, e investire grazie a delle modalità decisamente più economiche ed eclettiche.

Nel caso dei CFD infatti potremo investire i nostri capitali non solo guardando alla crescita borsistica del titolo finanziario, ma potremo anche decidere di investire al contrario, e cioè sull’eventuale perdita di valore di quest’ultimo.

Inoltre, grazie ai CFD riusciremo a guadagnare in borsa grazie al trading online senza dover spendere cifre da capogiro, come per i capitali d’entrata richiesti per titoli importanti come quello Amazon, che non sono certamente alla portata di tutti.

Comprare azioni Amazon: a cosa fare attenzione

Detto ciò però, non è tutto oro quel che luccica come si suol dire, e prima di iniziare la nostra avventura di trading online ci saranno tutta una serie di cose da valutare e su cui fare attenzione.

Prima di tutto, per fare trading online avremo bisogno di un broker online autorizzato che ci fornirà una piattaforma di trading online su cui poter operare. Sottolineiamo che questo deve essere autorizzato, quindi in possesso di tutte le carte in regola per poter operare in Europa e in Italia.

Nella fattispecie, le licenze e autorizzazioni CONSOB e CySEC sono una garanzia in questo campo, e una volta controllato che il broker online in questione sia in possesso di esse, potremo reputarlo più che affidabile.

Altra cosa però che non va assolutamente sottovalutata, è la questione legata al rischio intrinseco del trading online. Investire in borsa infatti tramite il trading online, o anche in altre forme, deve essere considerato sempre un azzardo e un pericolo per i nostri investimenti. Ragion per cui, noi della redazione ci sentiamo di chiudere questo articolo con una raccomandazione: non investite mai più di quanto potete permettervi, e non guardate solo ai possibili guadagni, ma anche alle eventuali perdite!