Vacanze alle terme: in aumento le richieste per il Veneto

Il turismo termale, in particolare in Veneto, è sempre più diffuso. Uno sguardo ai dati relativi agli ultimi 10 anni lo conferma. Prendiamo a esempio Abano, meta apprezzatissima dai visitatori: che negli ultimi anni ha visto una crescita importante delle presenze. La regione, infatti, investendo nelle località termali, rendendo quindi i centri sempre più attrezzati e all’avanguardia, dimostra un’attenzione particolare alle richieste della clientela che ogni anno decide di trascorrere le ferie nei centri termali, contribuendo alla crescita di questo mercato.

L’impegno per la tutela di quest’ultimo e per il benessere dei turisti, vige anche a livello normativo: la capacità terapeutica delle acque e dei fanghi di luoghi come Abano e Montegrotto viene garantita da regole ferree e da una cura vigile nell’evitare gli sprechi.

I Colli Euganei

Dovendo dar conto delle mete termali più ambite della Regione Veneto, non si può non iniziare citando tutto il bacino dei Colli Euganei (provincia di Padova), un raggruppamento di rilievi vulcanici incastonati nella pianura veneta centrale, parco regionale dal 1989. Il territorio si estende per più di 30 kmq e presenta numerosi stabilimenti frequentati già in epoca romana. Di Abano Terme parlano prestigiosi scrittori latini come Marziale e Tito Livio, il quale potrebbe essere nato proprio qui. Anche gli studi degli archeologi dimostrano come i benefici di queste acque fossero apprezzate fin dall’antichità. Oggi, questi centri termali sono gettonatissimi anche per i servizi di balneoterapia e fangoterapia e diventano quindi, sempre più spesso, mete di viaggi. Grazie al web, oggi è davvero facile scegliere la destinazione che si predilige con un semplice click: prenotando le vacanze sul sito di Ignas è possibile trovare le strutture migliori che offrono soluzioni a prezzi vantaggiosi senza rinunciare a tutti i comfort. Per gli amanti dei viaggi all’insegna del relax e del benessere, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Le località più richieste

Se volessimo selezionare le località di maggior successo dei Colli Euganei, potremmo concentrarci su Abano, il centro più importante, Montegrotto e Galzignano. Abano è davvero la perla dei Colli Euganei e i turisti dimostrano di saperlo, visto che è la meta in assoluto più visitata. È anche la più attrezzata, presenta il numero più alto di stabilimenti e di strutture ricettive. A Montegrotto Terme vi aspetta un parco termale naturale di indubbio fascino. Queste sono dette “terme preistoriche”, data la loro importanza anche in epoche remote. Galzignano è un piccolo gioiello, una di quelle bellezze le cui dimensioni ridotte non ne intaccano la forza attrattiva. Una meta consigliata per gli amanti delle scelte meno scontate.

Non solo terme

Non bisogna dimenticare che i Colli Euganei non sono conosciuti solo per i centri termali

Questi sono posti particolarmente rinomati per le proprietà benefiche delle acque sotterranee profonde, ricche di sali minerali, che compiono un lungo percorso a temperature e pressione elevate in un periodo dai 25 ai 30 anni. Ma ci sono anche meraviglie naturalistiche e architettoniche, luoghi di cultura da visitare: il Monastero di San Daniele, il Duomo di San Lorenzo e i musei Butterfly Arc con il Bosco delle fate a Montegrotto. Non solo: se siete amanti dello sport e dell’attività fisica, Abano è vivacissima in tal senso e negli anni ’50 è stata arrivo di tappa del Giro d’Italia. Il Centro Equestre Abano Terme è vicino alla Villa Bassi-Ratgheb e ci sono piscine afferenti agli stabilimenti più la piscina comunale. Per gli amanti dell’enogastronomia, invece, Montegrotto è sede di manifestazioni e sagre piuttosto interessanti. La zona dei Colli è rinomata per i vini D.O.C., in particolare si segnala il “Colli Euganei”, dall’attraente colore rubino, delicato al palato.