Stoccaggio merci: come aumentare la capacità del tuo magazzino 

Ottimizzare gli spazi in magazzino è fondamentale: si traduce in uno stoccaggio maggiore della merce e, quindi, in una maggiore produttività. Naturalmente, l’importante è che l’ottimizzazione sia ragionata e che i prodotti siano facilmente accessibili. 

Per calcolare la capienza del magazzino e la capacità di stoccaggio, espressa in metri cubi, occorre sottrarre al valore relativo alla superficie dello stabile il valore degli spazi non adibiti al magazzinaggio.  

Poi, si prenda il numero risultante dal precedente calcolo e lo si moltiplichi per l’altezza massima di stoccaggio: si otterrà la capacità di stoccaggio della propria struttura. Per determinare l’altezza di stoccaggio si dovrà sottrarre al suo valore quello di ciò che è al suo interno, come le luci. A questo punto, si può rilevare lo spazio che può essere effettivamente utilizzato. 

È opportuno tenere conto dei vari elementi del proprio magazzino, come esso si presenta fisicamente per esempio ma anche le caratteristiche e la quantità di merce da stoccare, il pallet, il tipo di scaffalatura e il sistema di stoccaggio, oltre chiaramente alla normativa in merito. Inoltre, avere sempre chiari i propri obiettivi aiuta ad organizzare il lavoro nel modo migliore possibile, ottimizzando spazi e tempi di lavoro.  

Infine, una mappatura delle attività è determinante per una gestione ottimale. Se il deposito è ancora da avviare, si lavorerà in un’ottica di massima ottimizzazione già dalla progettazione ma si ricordi che è possibile aumentare la capacità anche di un magazzino avviato.

Stoccaggio: il segreto è sfruttare l’altezza

Si consideri che non si ha a disposizione solo la superficie, ma è possibile sfruttare anche l’altezza del magazzino, sfruttando particolari tipi di prodotti. Per esempio, queste scaffalature a gravità realizzate da Metalsistem Italia sono strutturate in modo da creare un piano inclinato su cui la merce scorre per mezzo di piste a rulli.  

Prevedono dei meccanismi che consentono di ottimizzare la movimentazione e il prelevamento della merceSi tratta di un sistema ad alto potenziale di stoccaggio, che riduce anche le tempistiche di gestione degli ordini. 

Insomma, basta un opportuno sistema di scaffalature per poter stoccare la propria merce anche verso l’alto, senza che essa diventi poco raggiungibile. Per far montare scaffalature molto sviluppate in altezza, bisogna assicurarsi che la collocazione di travi e altri elementi relativi alla struttura siano compatibili con una tale installazione.  

Ci sono scaffalature metalliche e componibili adatte a varie esigenze, che si tratti di un negozio, di un supermercato o di un magazzino industriale. Comunque, si valuti anche l’opzione dei soppalchi, i quali rappresentano la strada più economica in termini di ottimizzazione degli spazi di stoccaggio.  

Per realtà ancora da avviare, un sistema estremamente efficiente è quello dei magazzini automatici: le scaffalature, che sono autoportanti e arrivano a 40 metri, sostengono anche tetto e pareti, perciò lo spazio è sfruttato al massimo.

L’importanza del sistema di magazzinaggio

Si vedano le relative regole previste in materia di sicurezza e si tenga a mente che il sistema di movimentazione deve essere adeguato. Per quanto riguarda il rapporto tra efficienza e volume utilizzabile, il ragionamento passa per la considerazione dei sistemi di stoccaggio utilizzati.  

Un lavoro di ottimizzazione deve tener conto di essi: ci può essere molto spazio da utilizzare ma se in esso, per come è organizzato, il sistema di magazzinaggio non funziona bene, il vantaggio non sussiste. 

Bisogna, sostanzialmente, conciliare due fattori: stoccaggio ragionato ed efficace e, in ragione di esso, il massimo sfruttamento possibile dello spazio a disposizione. Si rifletta, infine, sul fatto che si può ridurre anche la larghezza dei corridoi e che pure lo stock può essere ottimizzato.