Come scegliere l’acconciatura per il matrimonio

Quando ci si addentra nel mondo dorato di un giorno speciale quale quello del proprio matrimonio, bisogna saper scegliere il professionista giusto anche per l’acconciatura. Se la domanda che affligge è quale pettinatura scegliere, è bene sapere che essa va abbinata ad un insieme di fattori che solo un professionista qualificato può comprendere per accontentare tutte quelle donne che vogliono sentirsi belle nel il giorno più importante della loro vita.

I criteri giusti per scegliere l’acconciatura per il matrimonio

Un acconciatore qualificato vi aiuterà nella scelta tenendo conto dello stile del ricevimento, del taglio dell’abito, dello scollo di quest’ultimo, della presenza o meno di un foulard o di un copri spalle, della presenza delle maniche, della conformazione del volto della sposa e di tanti altri piccoli dettagli che non possono sfuggire al suo occhio attento. Un abito romantico, per esempio, richiede una pettinatura quasi d’altri tempi al contrario di un abito moderno, country o minimale su quale si abbina perfettamente un’acconciatura sbarazzina, anche se curata al massimo.

Una volta scelto il professionista al quale affidarsi, occorrerà portare con sè la foto dell’abito da sposa.
L’acconciatore lo studierà e valuterà se è meglio optare per una pettinatura con capelli sciolti, capelli raccolti, lisci, spettinati o ricci, semi raccolti o raccolti su di un lato. E’ chiaro che la consulenza avviene sempre seguendo il desiderio della cliente e l’acconciatore si limita a consigliare quella che, secondo il suo parere di esperto, potrebbe essere la pettinatura più elegante ed affascinante.

Il consiglio è quello di rivolgersi al professionista almeno 3/4 mesi prima della cerimonia, specie se si hanno capelli lunghi perché essi andranno perfettamente curati prima dell’evento, al fine di ottenere un risultato ottimale. L’acconciatura con capelli lunghi sciolti, solitamente è consigliata per le spose che indosseranno abiti senza spalline che prevedono le spalle scoperte e scollature decolletè.

I capelli sciolti sono invece sconsigliati alle spose con abito con il collo e le maniche lunghe oppure per quegli abiti ricchi di elementi sartoriali. Per queste spose è preferibile scegliere una di quelle pettinature che prevedono una lunga coda elaborata, specie se l’abito ha una profonda scollatura sulla schiena. Questa tipologia di pettinatura richiama l’attenzione proprio sulla parte posteriore per via di fiocchi, fiori o fermagli decorativi. (fonte: www.cillaramakeup.com)

Spose stupende con acconciature perfette

Anche le spose che hanno i capelli corti possono presentarsi perfette nel giorno più bello della loro vita. Naturalmente, le acconciature migliori sono quelle in abbinamento ad abiti in stile minimale, tubini di raso o bon ton. Il capello corto è consigliato anche per i vestiti accollati, ma sempre con lo stile pulito ed essenziale. Anche con i tagli corti è possibile realizzare una morbida acconciatura con capelli non eccessivamente tirati, che sembrano raccolti in modo casuale, ma che invece sono stati accuratamente studiati.

Queste pettinature si adattano ai vestiti in stile romantico, neo classico o vintage. Se i capelli sono corti, ma non cortissimi, è possibile effettuare uno chignon laterale che è particolarmente indicato per gli abiti da sposa mono spalla. I capelli corti si possono rendere più ‘glamour’ giocando sugli accessori che sono elementi importantissimi. Hanno un ruolo fondamentale i cappellini con veletta, le coroncine di fiori, i fermagli ed i cerchietti.

Le spose con capelli corti e che non vogliono rinunciare all’abito dei loro sogni, possono ricorrere a dei finti chignon per dare più volume alla pettinatura, magari per creare piccole onde morbide che addolciscono il taglio corto. Un buon acconciatore è in grado di consigliare la metodica più appropriata per curare i dettagli di quel giorno meraviglioso.