Picasso in mostra a Pavia

La mostra di Picasso a Pavia, a Palazzo Vistarino, intitolata Picasso e le sue passioni, espone oltre 200 opere tra disegni, oli e ceramiche.

Avrete la possibilità di ammirare i favolosi capolavori dell’artista spagnolo fino al 20 marzo.

Era un grande maestro e uno spietato seduttore: la sua creatività esigeva storie travolgenti.

Tanto amava quanto esasperava le sue donne, al punto che due di loro si tolsero la vita.

Oggi, una grande mostra celebra quegli anni di fuoco e il talento che ha consacrato alla storia muse, amanti e mogli.

Amate ed odiate in maniera eccezionale, esagerata, viscerale. Furono sette le donne ufficiali della vita del pittore, due delle quali diventarono mogli. Da loro ebbe 4 figli, tutti riconosciuti legalmente. La passione e il malessere convivevano nelle sue relazioni: la biografia dell’artista descrive a pieno il suo strano modo di amare e odiare le sue donne. Aveva bisogno di loro fisicamente e spiritualmente per dar vita alla sua arte.

Il suo amore -odio con le donne comincia con il difficilissimo rapporto con la madre, la tremenda Donna Maria, a cui somigliava come una goccia d’acqua, con la quale non era mai riuscito ad andare d’accordo nè, tanto meno, ad avere la sua approvazione.

L’unica che gli seppe tenere testa fu  Françoise Gilot, lo catturò con il suo sorriso solare e il fare da gitana. Con lei diede vita a due dei suoi figli nel ’47: lei patisce i suoi malumori ma non si lascia sottomettere. Abbandona l’artista per la sua eccessiva violenza, lui la rincorre mormorando «nessuna lascia uno come me».