Pane di segale: proprietà, calorie e controindicazioni

Tra i tipi di pane più conosciuti e amati come alternativa al pane bianco, spicca il pane di segale. Conosciuto anche come pane nero, per via del suo caratteristico colore scuro, questo tipo di pane spesso viene associato alle zone di montagna: la farina di segale da cui nasce, infatti, è tipica delle regioni del Nord Italia, ma anche dei Paesi Scandinavi, dell’Austria e della Germania, che sono infatti grandi produttori di pane di segale.

La sua origine è molto antica: secondo la ricerca di alcuni esperti di botanica, l’origine della Secale cereale – questo il nome scientifico della pianta – risale a più di 3.000 anni fa, e fin da allora viene usata per preparare un pane alternativo a quello fatto con la classica farina di frumento.

Inoltre, la segale è una risorsa molto versatile: in alcuni stati europei, infatti, viene coltivata come mangime per gli animali da allevamento, ed è anche usata per produrre diversi alcolici, tra cui la vodka.

Proprietà, calorie e benefici

Il pane di segale è diventato molto conosciuto in tutta Italia perché, molto spesso, viene assegnato in un regime alimentare dietetico: questo perché contiene circa il 30% di calorie meno del pane bianco, una percentuale equivalente a quella del pane integrale.

Inoltre, il pane di segale ha molti benefici per l’organismo, perché è molto più ricco di fibre rispetto a qualsiasi altra tipologia di pane, e quindi è in grado di aiutare il corpo a combattere stitichezza e altri problemi intestinali, ma ha anche un forte potere saziante.

Le fibre, infatti, sono quell’elemento che va a regolare la glicemia dopo aver mangiato, ma è anche in grado di favorire un forte senso di sazietà: proprio per questo viene spesso assegnato dai nutrizionisti nelle diete, e inoltre viene consigliato alle persone diabetiche e a chi soffre di pressione alta. Il pane di segale è anche una fonte importante di vitamine e sostanze fondamentali per il nostro corpo, tra cui vitamina B, potassio, calcio e fosforo, tutti elementi che combattono patologie come la spossatezza o l’astenia.

E poi, diciamoci la verità: il pane di segale è buonissimo! Da un lato strettamente culinario, infatti, è un alimento squisito che si accompagna benissimo, per esempio, con salumi e formaggio. Inoltre, è davvero semplice da preparare in casa, un’attività divertente che può coinvolgere tutta la famiglia.

Le controindicazioni

Il pane di segale non ha particolari controindicazioni, tranne essere sconsigliato a chi è celiaco o soffre di intolleranza al glutine. Proprio perché è ricco di fibre e meno calorico, il pane di segale spesso si usa all’interno di un regime dietetico, ma in generale è sempre bene tenere sotto controllo le quantità, soprattutto se si ha lo scopo di perdere peso e rimanere in forma: si tratta comunque di un alimento sostanzioso e che contiene carboidrati, e quindi è sempre meglio non esagerare, ma inserirlo nel modo giusto in un’alimentazione sana, corretta ed equilibrata.