Neonati di 3 mesi: quante poppate devono fare? A che distanza di tempo?

I primi mesi di vita di un bambino sono tanto affascinanti quanto ricchi e densi di domande da parte dei genitori, soprattutto se sono alle prime esperienze. Durante i primi mesi di vita, il bambino vive le prime fasi di sviluppo psicofisico, quindi necessita di particolari attenzioni perché ovviamente da solo non può provvedere a sé stesso.

Nel nostro caso specifico di questo articolo, partiamo col dire che i neonati, giunti ai loro tre mesi di vita, iniziano il loro vero percorso di interazione col mondo esterno e a manifestare le prime ed evidenti necessità in modo maggiormente consapevole, anche quelle relative al cibo e alle poppate. L’alimentazione e il monitoraggio del peso corporeo per neonati di 3 mesi devono far parte delle abitudini quotidiane della famiglia, perché sono uno degli indicatori principali del buono stato di salute del neonato. Puoi trovare anche ulteriori informazioni nei blog per mamme.

Neonati di 3 mesi: alimentazione e parametri di crescita

“Mangia che cresci” è probabilmente il leit motiv che ha caratterizzato l’infanzia di tutti noi grazie alla presenza di nonne generose, attente e affettuose. Per quanto riguarda un neonato, i primi due mesi di vita sono quelli caratterizzati dai maggiori ritmi di crescita. Arrivati ai 3 mesi invece subentra un fisiologico rallentamento di aumento di peso che non deve assolutamente spaventare o preoccupare.

In media, un neonato di 3 mesi sano, può crescere dai 150 ai 200 g a settimana e, in altezza, di 1 cm a settimana. Ovviamente può essere un dato suscettibile a qualche variazione maggiore o minore, questo dipende anche dalla struttura e dal metabolismo del bambino, ma anche in questo caso non bisogna essere ossessionati, sarà comunque lo stesso pediatra a rassicurare. 

Relativamente all’alimentazione, il latte materno è preferibile a quello artificiale, salvo ovviamente eccezioni, problematiche ed esigenze particolari. Molti pediatri forniscono indicazioni molto precise sul numero di pasti di latte che devono essere fatti nell’arco della giornata, e sulle dosi da utilizzare.

  • Fino a tre mesi, sei poppate al giorno ogni tre ore e mezzo;

 

  • Dai tre mesi, cinque poppate ogni quattro ore fino ad arrivare a quattro poppate.

Anche per quanto riguarda le quantità ci sono dei parametri che si possono agevolmente seguire senza impazzire in calcoli o in intuizioni a caso:

  • Per i neonati di 3 mesi, e fino a 4, le quantità di latte per ogni poppata devono essere di circa 140-150 ml.

Dai 3 mesi si avvicina anche il periodo dello svezzamento; si potranno iniziare a inserire i primi alimenti che, tra una poppata e l’altra, daranno vita a nuove abitudini alimentari, ovviamente sempre sotto il consiglio del pediatra.

Neonati di 3 mesi: qualche attenzione particolare per individuare precocemente problemi

E’ bene fare sempre attenzione ai parametri di crescita del bambino o alle sue abitudini alimentari. Se ad esempio si notano dei momenti di stasi particolare nell’aumento di peso, questo potrebbe essere il campanello d’allarme di allergie o patologie particolari, una cattiva alimentazione o un’insufficiente introduzione di tutti i nutrienti necessari.