La manutenzione delle sigarette elettroniche: come farla?

La sigaretta elettronica, dispositivo che viene utilizzato per simulare l’esperienza del fumo con meno danni, è un prodotto che ha bisogno di una manutenzione minima. La manutenzione della sigaretta elettronica è però indispensabile, se si vuole che duri nel tempo e che le prestazioni siano sempre ottimali.

Per questo motivo sarebbe bene cercare di pulire e tenere sempre netta la sigaretta elettronica; quello che serve è una manutenzione giornaliera ed una settimanale, o periodica, che varia anche a seconda dell’intensità dell’uso della e-cig. Tutte le informazioni riportate di seguito sono state tratte dalla guida di atuttosvapo.net, che spiega come pulire le sigarette elettroniche, che potete leggere a questo indirizzo: www.atuttosvapo.net/2017/07/come-pulire-le-sigarette-elettroniche/.

Istruzioni per una corretta manutenzione

Per pulire la sigaretta elettronica ogni giorno, basta svitare l’atomizzatore dalla batteria e togliere la cartuccia. Mettete all’esterno dell’atomizzatore un fazzoletto, e soffiate con forza dal lato opposto a quello dove si mette la batteria, in modo che tutto il liquido contenuto nell’atomizzatore fuoriesca sul fazzoletto.  Quindi lasciate l’atomizzatore sul foglio di carta assorbente. Questa procedura dovrebbe essere seguita tutte le sere per mantenere la sigaretta elettronica funzionale e sempre pulita.

Ogni settimana (o comunque al bisogno) bisogna invece pulire in modo più approfondito la sigaretta elettronica. Per farlo bisogna smontare l’atomizzatore, metterlo sotto acqua corrente tiepida per qualche minuto. Quindi asciugate bene l’atomizzatore: potete usare un phon o soffiarci dentro ma l’importante è che sia ben asciutto. Quando esso è asciugato alla perfezione collegatelo alla batteria e accendetelo per tre secondi, continuando a soffiare nell’atomizzatore per non farlo scaldare troppo. Fate riposare dieci secondi, soffiando ancora nell’atomizzatore della sigaretta elettronica, quindi accendete ancora la batteria; fate questo ciclo per cinque volte. A questo punto inserite due gocce di liquido per sigaretta elettronica nell’atomizzatore, accendete per due secondi e soffiatevi dentro. Adesso la sigaretta elettronica è ben pulita e potete usarla normalmente.

L’atomizzatore è la parte più delicata della sigaretta elettronica nonché quella che deve essere pulita con più cura. Volendo, anziché sciacquare l’atomizzatore della sigaretta elettronica sotto l’acqua corrente, se lo usate molto potete anche metterlo a bollire in acqua per quindici minuti, quindi asciugarlo alla perfezione e poi avviare la batteria per 15 secondi per scaldarlo, quindi farlo raffreddare e ripetere il passaggio.

La manutenzione della e-cig è di fondamentale importanza perché consente di poter sempre usare la sigaretta elettronica al meglio delle sue prestazioni, e dovrebbe essere eseguita periodicamente. Un atomizzatore sporco di liquido produce un vapore di pessima qualità. Non dimenticate di igienizzare con costanza anche il bocchino che usate per aspirare il vapore.