La casa di carta: che cos’è? Di cosa parla la serie tv?

“La casa di carta” è u n prodotto televisivo spagnolo che sta avendo davvero molto successo sulla piattaforma pay tv online Netflix; in pratica è una serie tv che parla di una rapina che, a primo impatto non la si può definire tale. Ma perché? Andiamo a scoprirlo insieme.

Di cosa parla la serie tv “Casa di Carta”?

Prima stagione

Selene è una ragazza che ha appena perso il fidanzato durante una sparatoria, in seguito ad una rapina organizzata dalla stessa coppia. È lei la voce narrante dell’intera storia. Capendo di essere braccata dalla polizia da una telefonata con la madre, tenta la fuga e viene trovata da un tizio che si fa chiamare “EI Profesor” che, all’apparenza sembra un tipo alquanto affidabile. Questi le propone di far parte di un progetto un po’ particolare e di gran lunga più rischioso di una semplice rapina a mano armata.Viene portata in un casolare abbandonato appena fuori la città dove conosce uno sparuto gruppo di persone con precedenti penali sulle spalle. Come se fossero a scuola, ma in anonimato, anche tra di loro (scelgono anche dei nomignoli bizzarri, usando i nomi delle città), vengono informati sul reale progetto da mettere in atto: sarebbero entrati nella Zecca di Stato, non per rubare, bensì per stampare nuova carta moneta, tenendo degli ostaggi (tra cui l’ingenua e ricca figlia dell’ambasciatore inglese) ma senza far loro del male, anzi addirittura essendo gentili, cordiali e premurosi. Tuttavia, come succede il più delle volte, durante questo tipo di assalti improvvisi e armati, nessuno delle persone sequestrate si arrende, cercando attraverso piani e sotterfugi di trovare la propria libertà. Nel frattempo El Profesor, per depistare le indagini, dopo la prima sparatoria che andava evitata stando al piano escogitato, tenta di comprarsi la fiducia dell’ispettrice Raquel, finendo per frequentarla ed innamorarsene. Anche quest’ultima, che ricambierà dopo aver fugato gli iniziali dubbi e perplessità, dovrà fare i conti con la verità.

Seconda stagione

Pur essendo molto vicina alla risoluzione dell’identità di chi è a capo della rapina, Raquel esclude Salvador (così si fa chiamare El Profesor) dalla “rosa” dei sospettati facendo intuire che, in parte, il piano di depistarla sta andando a buon fine. Varie vicissitudini che si susseguono durante questa seconda stagione, invece, tendono a installare ancor più la paura e il dubbio nel cuore dell’ispettrice. Questa è sicuramente la stagione dove la verità viene a galla e, nonostante tutto, Il gruppetto di rapinatori, riescono ad ottenere quello per cui hanno lottato, anche tra di loro