I 5 consigli per trader principianti per il 2020

Specialmente se si è alle prime armi, si hanno conoscenze approssimative dei mercati finanziari e non si ha idea di cosa significhi ricavare profitti o perdite da un investimento, allora i consigli valgono più dell’oro.

Di seguito sono elencati i 5 consigli per i trading principianti per questo nuovo anno:

1.      Formazione: approfondire

Ancor prima di iniziare a pensare a quale piattaforma rivolgersi per i propri investimenti, è opportuno riflettere su quale aspetto dei mercati finanziari si desidera concentrarsi.

Ogni piattaforma presenta una sua offerta peculiare, più o meno ottimizzata per ogni tipo di operazione o di mercato. Così, se si vuole investire in criptovalute, eToro risulta essere una ottima scelta, mentre, se si vuole valutare un investimento su società emergenti, Trade.com permette di investire in IPO.

Se si hanno finanze ridotte, parimenti, IQ Option è la scelta migliore.

In definitiva, schiarirsi le idee e iniziare ad approfondire il proprio campo di interessi è il primo e più importante consiglio.

2.      Broker: quello giusto

Inutile provare una piattaforma e poi passare ad un’altra. Lo zapping tra i brokers è un’attività che porterà solo a perdite di tempo e di denaro.

Dopo aver fatto mente locale e aver approfondito un argomento, il passo successivo prevede la decisione della piattaforma sulla quale si andrà ad operare nei prossimi anni.

Bisogna scegliere quello giusto, per cui occhio a offerta, regolamentazione, assistenza clienti e ad altri dettagli come manuale formativo, conto demo, deposito minimo, etc.

3.      Prendersi il proprio tempo

A questo punto è necessario prendersi il proprio tempo: acquisire la dimestichezza necessaria a poter operare con soldi veri senza realizzare disastri richiede mesi e mesi di formazione.

Leggere a casaccio tutto ciò che si ha sottomano è dannoso: anche in questo caso è opportuno conoscere le basi e poi approfondire un argomento in particolare, quello che maggiormente interessa.

Se si decide di investire sul Forex Market, passare il tempo a informarsi sul mercato delle Commodities è superfluo e inutile.

Solo quando gli investimenti in un settore daranno risultati, allora si potranno studiare altri mercati e approfondire altre operatività e altre tecniche di trading. Altrimenti si rischia di accumulare informazioni che non hanno alcuna relazione tra loro e che, soprattutto, mancano di finalità pratica.

Se l’interesse è puramente accademico, allora meglio frequentare corsi e non investire denaro reale.

4.      Conto demo: non avere fretta di perdere

Approfondire un argomento passa necessariamente per l’impiego di un conto demo: si tratta di una simulazione che la maggior parte dei broker mette a disposizione gratuitamente.

Attraverso denaro virtuale è possibile mettere in pratica tutto ciò che si apprende, senza rischiare praticamente nulla.

L’account demo serve a prendere dimestichezza con l’operare, ad allenarsi non diversamente da come fanno gli studenti i primi giorni di scuola: attraverso la reiterazione di tecniche, operazioni e ragionamenti si può acquisire quella dimestichezza con il settore che è di vitale importanza per passare al denaro reale.

Riuscire ad acquisire un automatismo deve essere corroborato da una corretta esecuzione delle operazioni: per questo è essenziale passare molto tempo sia sulla formazione che sulla pratica simulata offerta dal conto demo.

5.      Mantenere la calma

Utile sia nel mentre si stanno imparando i meccanismi e le tecniche di trading, sia per quando si decide di passare al denaro vero.

Mantenere la calma dominando le proprie emozioni permette di non cadere vittima dei propri stati d’animo e riuscire a dare sempre il massimo anche se si è costantemente tentati dall’euforia o dallo sconforto di continui successi o insuccessi.

Una mente alterata è esposta all’errore più di quanto non lo sia una mente calma, e gli errori, nel trading online, costano.