Festa della mamma: che giorno viene, origine e significato della ricorrenza

Non importa se siamo grandi o piccoli: la mamma è sempre la mamma, e a qualsiasi età rimane la donna più importante nella vita di ogni persona. Proprio per questo è stata istituita la Festa della Mamma, una ricorrenza diffusa in tutto il mondo e nata proprio per celebrare, in un giorno speciale, tutte le mamme. Anche se la ricorrenza civile è stata instaurata in epoca moderna, in realtà questa è una festa molto antica, legate a un valore religioso e, nello specifico, ai culti delle antiche popolazioni pagane.

Origine e significato della Festa della Mamma

La Festa della Mamma è una delle più antiche e risale ai culti arcaici delle culture preistoriche che, durante la primavera, celebravano Gea, ovvero Madre Natura. Anche per greci e romani il mese di maggio era un periodo in cui celebrare le divinità femminili, che nella vita del popolo erano associate alla fertilità: in Grecia si festeggiavano le mamme nel giorno della dea Rea, la madre degli Dei, mentre a Roma durava un’interna settimana la celebrazione di Cibele, simbolo della natura e di tutte le madri.

Durante il Medioevo e il Rinascimento, con l’affermazione e il sopravvento del cristianesimo, le feste dedicate alla mamma si sono invece legate alla figura della Madonna, madre di Dio e protettrice della maternità.

Per vedere la nascita della Festa della Mamma come la conosciamo oggi, dobbiamo aspettare la fine dell’Ottocento: in questo periodo, infatti, la pacifista americana Ann Reeves Jarvis proposte una giornata dedicata alle mamme per unire Sudisti e Nordisti alla fine della guerra civile americana.

Queste celebrazioni furono così apprezzate che il presidente americano Woodrow Wilson ufficializza la Festa della Mamma il 9 maggio del 1914, fissando la ricorrenza la seconda domenica di maggio in onore della sua ispiratrice, morta proprio in quel periodo dell’anno.

In Italia, invece, dobbiamo aspettare il 1957, anno in cui per la prima volta un sacerdote cristiano, certo don Otello Migliosi, celebrò una giornata dedicata alle mamme: la quest’idea fu talmente amata che si diffuse in pochissimo tempo in tutto il paese, entrando dopo pochi anni a far parte ufficialmente del calendario italiano delle maggiori festività annuali.

Quando si festeggia la Festa della Mamma in Italia e nel Mondo

Quando don Otello Migliosi, decise di festeggiare le mamma, scelse il mese di maggio perché storicamente, nella tradizione cristiana cattolica, è il mese dedicato alla figura della Madonna. Quindi la sua origine italiana è legata alla religione, anche se nel 1933 diventa ufficialmente una festa laica, che dal 2000 viene fissata alla seconda domenica di maggio, seguendo l’originale matrice americana.

Nel Regno Unito, invece, il “Mothering Sunday” nasce nel 1600 e si celebrava la domenica di Quaresima: per l’occasione, tutti ritornavano a casa per festeggiare, portando alle loro mamme regali e fiori. La tradizione vive ancora in Inghilterra, anche se oggi la festa è conosciuta come Mother’s Day e si festeggia sempre la quarta domenica di Quaresima (tra marzo e aprile).

Ma anche nel resto del mondo la data varia: in Russia e nei Paesi ex-sovietici, per esempio, la Festa della Mamma è accomunata alla Festa Della Donna, si festeggia quindi l’8 marzo. In Argentina, invece, la celebrazione delle mamme è la seconda o la terza domenica di ottobre, mentre in Norvegia è stata fissata la seconda domenica di febbraio.