Dio del Fuoco: chi è, storia, leggende e curiosità

Il fuoco è l’elemento che più di ogni altro genera timore e al tempo stesso, grande ammirazione. Le sue straordinarie coreografie sinuose e la sua forza, infatti, hanno creato nell’immaginario collettivo un ruolo alpha per il fuoco.

Inoltre, si può dire che è l’elemento della purificazione, una sicurezza di calore e quindi di longevità. La mitologia non poteva che edificare numerosissime storie e leggende intorno al fuoco e naturalmente, tantissimi Dei.

Efesto: la storia del Dio greco del fuoco

Quanto a dei del fuoco, la mitologia greca la fa da padrone. Efesto, infatti, è il più famoso Dio a cui viene assegnato l’elemento del fuoco. Efesto era figlio di Hera (dea della virtù pre-matrimoniale e della castità), moglie di Zeus, il Dio del tuono. I due regnavano sull’Olimpo e quando nacque Efesto, sua madre restò inorridita dal suo aspetto, considerato da lei orribile e troppo esile, debole, malato. Decise di gettarlo dall’Olimpo, ma il bambino non morì e anzi, crebbe grazie alle cure delle due ninfee Eurinome e Teti. Efesto, col passare degli anni, sviluppò un’abilità unica e tanto apprezzata dalle sue tutrici: la fabbricazione di gioielli che spesso, regalava alle due ninfee in segno della sua grande gratitudine nei loro confronti. Efesto, infatti, è anche il Dio fabbro, dell’ingegneria, della costruzione. Passarono gli anni ed Hera incontrò le due ninfee e restò così estasiata da insistere, affinchè Teti la informasse della provenienza dei suoi bijoux. Teti, che all’inizio resistette alle insistenze di Hera, non potè che cedere ed Hera, apprese che suo figlio era ancora vivo e intenerita e pentita, volle a tutti i costi conoscerlo. L’incontro tra la madre e il figlio fu ingannevole. Efesto finse di perdonare la redenta madre e le costruì un trono d’oro. il rancoroso Dio del fuoco fu accettato sull’Olimpo, ma in realtà, la dea Hera fu imprigionata da lacci trasparenti e suo figlio, ormai privo di clemenza nei suoi riguardi, non volle liberarla. A convincerlo, tempo dopo, fu Bacco, il Dio del vino.

Dei del fuoco: quanti ce ne sono?

Sebbene la mitologia greca sia il primo riferimento quando si parla di Dio del fuoco, tanti altri popoli hanno costruito storie, miti e leggende altrettanto articolate e interessanti. Vediamo chi sono gli dei del fuoco delle altre mitologie:

  • Celtica: Brigit;
  • Egizia: Ra;
  • Etrusca: Sethlans;
  • Cinese: Zhuroung;

Ciò che è curioso notare, è che molti altri dei del fuoco, in realtà sono anche loro legati alla lavorazione metallica e all’artigianato, mentre altre figure sono improntate sulla vita, il calore, il benessere.