Come fare 30 euro al giorno lavorando su internet

Ormai in molti riescono a guadagnare usando internet, e si può iniziare con una cifra minima che va dai dieci ai trenta euro. Sembrano pochi, ma possono fare sempre comodo, e con il tempo possono anche aumentare.

La compravendita

Online è facile fare soldi grazie ai siti dove si può vendere di tutto, come Amazon o eBay. Quindi, svuotando le proprie cantine o selezionando gli oggetti che non servono più, si possono rimediare un bel po’ di soldi.

Marie Kondo, grazie al suo libro Il magico potere del riordino, riesce a fornire diversi consigli validi per selezionare cosa non serve e, di conseguenza, si possono vendere i più diversi oggetti, come vestiti che non si indossano più (e nemmeno piacciono) o libri mai letti. In questo modo, non solo la propria casa sarà più in ordine, ma si riesce anche a guadagnare.

Chi coltiva hobby come il decoupage o la creazione di gioielli, può realizzare un sito dove vendere i propri prodotti, creando un proprio e-commerce.

Altri modi per guadagnare online

Oltre alla compravendita online, si può guadagnare facendo dei sondaggi. Alcune aziende, infatti, commissionano dei sondaggi su alcuni determinati siti, come Future Talker, Nielsen (per i ragazzi al di sotto dei diciassette anni), GreenPanther, YouGov, etc. La maggior parte di questi siti paga il servizio tramite il conto Paypal.

Tra gli altri lavori su internet, si possono organizzare dei viaggi. Infatti, ci sono delle agenzie o siti di viaggio che si fanno aiutare da collaboratori online per organizzare dei pacchetti di viaggi (scelta dell’hotel, itinerari giornalieri, etc.), ed offrono ai volontari una percentuale.

Si può guadagnare anche aprendo un proprio sito o blog. A seconda dei contenuti e dal tempo che ci si dedica, e al numero di visualizzazioni che si raggiunge. Sulle proprie pagine si possono, inoltre, inserire dei banner pubblicitari, e le aziende che permettono di visualizzare sul proprio sito pagano una percentuale in base alle visioni registrate o al numero di prodotti acquistati.

Negli ultimi tempi, in molti hanno deciso di investire anche delle cifre minime (dai dieci ai duecento euro), nel trading online. Su diverse piattaforme, come eToro o Plus 500, si può investire i propri soldi in azioni, materie prime e criptovalute, ovvero del denaro digitale. Tuttavia, prima di intraprendere una strada del genere per guadagnare, è indispensabile scegliere il broker giusto e non farsi prendere dell’emotività, tenendo presente che gli investimenti, reali o virtuali, possono comportare sempre delle perdite.