Bandiera francese: descrizione, origine, storia e curiosità

Le bandiere delle Nazioni, di tutte le nazioni, hanno significati realmente profondi. Si parla di storia, di legame culturale e anche emotivo con la propria patria.

Pensate esattamente a cosa esso rappresenti. Nelle tribù, anticamente, per identificare quali fossero i propri “componenti” si usavano dei tatuaggi o anche dei segni a marchiatura a fuoco. Degli “stemmi” che permettevano di capire determinate caratteristiche.

In seguito la società si è evoluta, sono nate Nazioni e culture diverse, ma la bandiera indica comunque questa appartenenza. Ovviamente si deve pensare agli albori dell’umanità collegandoli alle nuove realtà.

Una delle più belle bandiere, semplici, ma con molti significati, è la bandiera francese. Essa è composta da tre linee verticali, di un determinato spessore uguale per tutte le linee. I colori sono blu, bianco e rosso.

Origine della bandiera francese

La nascita della bandiera francese è datata 1789, anche se in realtà è alquanto controversa la sua adozione fissa nella repubblica francese.

Infatti è identificata come la “bandiera” della quinta repubblica. L’emblema nazionale della Francia è costruito durante la rivoluzione francese del 1789.

I colori sono scelti con chiari significati. Il blu e il rosso sono i colori che appartengono alla città di Parigi, capitale anche dei moti rivoluzionari. Il bianco apparteneva alla casata nobiliare dei Borbone. In seguito, quando si combatte la monarchia, il bianco rimase.

Come mai? Perché è attribuita alla santa Giovanna d’Arco.

Una storia di rivoluzione

Vediamo esattamente quale sia stata la storia della bandiera Francese, anche per capire come mai è diventata una bandiera della quinta repubblica francese.

Da principio la vediamo sventolare nel 1789 alla presa della Bastiglia. Il giorno in cui ci fu una chiara rivolta del popolo affamato. In seguito, nella comparsa della prima repubblica, poiché la Francia era sotto dominio monarchico, nel 1794 rimase questa bandiera. Solo che era dichiarata come bandiera nazionale provvisoria.

Questa problematica della scelta della bandiera nazionale dura per oltre 100 anni. Finché, solo nella quinta repubblica, è diventata la bandiera in cui i francesi si rispecchiavano.

Curiosità sulla bandiera francese

Tra le curiosità della bandiera francese ne ritroviamo due.

La prima è la modifica eseguita nel 1940 durante la seconda guerra mondiale. In questo momento viene posizionata un simbolo di unità navale francese. Uno stemma che ha vita breve.

Quando venne creata la colorazione non era azzurra, bianco e rosso, come la vediamo oggi, ma era blu, bianco e rosso. Nel 1958 venne deciso di usare una colorazione azzurra, che fosse più chiaro.