Articolo 145 cds: di cosa si tratta? Tutte le informazioni utili

In questo pezzo tratteremo di uno degli articoli del Codice Stradale più importante, e sarebbe a dire quello sulla precedenza. Come ben sappiamo, al giorno d’oggi, dopo aver preso la patente, tutte le regole sono un optional.           È bene quindi ricordare ai civili almeno le norme principali da seguire per diventare un guidatore medio, che si comporta bene sulla strada e che, soprattutto, si ricorda di far passare per primi sulla strada chi ne ha diritto.

Di cosa tratta l’Articolo 145 del Codice della strada?

Questo articolo fa parte del titolo V del nuovo Codice della Strada, attuato attraverso il DL n. 285 del 30 aprile 1992 ed è composto da 11 comma. Qui sotto troverete le informazioni al riguardo:

  1. Il primo comma è quello che introduce l’articolo sulle buone norme comportamentali dei conducenti di una vettura che, una volta raggiunta un’intersezione, sono raccomandati di usare massima cautela allo scopo di non incorrere in spiacevoli incidenti.
  2. Il conducente che raggiunge l’intersezione deve controllare se ci sono veicoli che sopraggiungono alla sua destra e farli passare, a meno che la segnaletica stradale non dica altrimenti.
  3. In presenza di attraversamenti su linee ferroviarie (o tramviarie), il veicolo di trasporto pubblico deve avere la precedenza, sia che provenga da destra che da sinistra.
  4. Qualora l’autorità competente stabilisca di chi è la precedenza, attraverso il segnale con le braccia, bisogna rispettare le indicazioni date.
  5. Il conducente è obbligato a fermarsi quando incontra la striscia di arresto oppure lo stop, come stabilito nell’articolo 37 dello stesso codice.
  6. Dare la precedenza a coloro che attraversano la strada sulle apposite strisce pedonali ma anche a chi passa per strada senza considerare la segnaletica orizzontale.
  7. Non si può impegnare un incrocio o un attraversamento di linee di trasporto pubblico (soprattutto tranviarie e ferroviarie) quando non si ha nemmeno la possibilità di liberare l’area di manovra per far transitare i veicoli ci si trovano alla stessa intersezione.
  8. Dare la precedenza a chi circola con trattori mulattiere e biciclette (e ad esempio si incontrano piste ciclabili)
  9. I conducenti dei trasporti su rotaia sono obbligati è davvero un particolare riguardo nei confronti dei segnali negativi sulla precedenza
  10. Le sanzioni amministrative per chi viola una di queste norme e disposizioni variano da € 163 a € 652
  11. Quando un conducente, in 2 anni, infrange una di queste norme per almeno due volte, incorre nella sospensione della patente per un massimo di tre mesi.

Altre informazioni utili e consigli

Si consiglia ai conducenti che, in presenza della striscia di arresto, della scritta “stop” (oppure della segnaletica verticale relativa), è buona norma fermarsi anche in caso di strada completamente libera per non rischiare di avere la responsabilità su un improvviso sinistro.