Anche i bimbi hanno il passaporto

Se la prossima vacanza è fuori dall’Unione europea, controllate che i vostri figli siano in regola. Infatti, tutti i minori italiani, da oggi, devono possedere il passaporto personale.

Il minorenne deve essere cittadino italiano ed è obbligatorio il consenso di entrambi i genitori, che devono firmare l’assenso in presenza di un Pubblico ufficiale.

Nel caso in cui uno dei due non fosse d’accordo, l’altro deve rivolgersi ad un giudice tutelare per ottenere l’autorizzazione.

Cosa serve per inviare la richiesta?

Innanzitutto, scaricate e stampate il modulo di richiesta sul sito www.poliziadistato.it che dovrà essere firmato da entrambi i genitori.

Vi occorreranno poi:

– un documento d’identità del minore in originale e in fotocopia;

due fototessera del minore identiche e recenti;

– il contributo amministrativo di 73.50 euro che si acquista in tabaccheria;

– la ricevuta di pagamento di 42.50 euro da versare sul c/c n. 67422808 intestato al Ministero dell’Economia e delle Finanze- Dipartimento del Tesoro, con la causale «Importo per rilascio del passaporto elettronico».

Inoltre, anche il bambino dovrà essere presente all’Ufficio Passaporti per consentire al Pubblico Ufficiale di constatare che la foto gli corrisponda.

Dai 12 anni in su verranno prese anche le impronte digitali che saranno memorizzate sul cip del passaporto elettronico.

La validità cambia: da 0 a 3 anni ha una durata triennale, dai 3 ai 18 anni quinquennale.

Infatti, con la crescita la fisionomia del bambino cambia e, di conseguenza, potrebbe non corrispondere alla foto ufficiale del documento.