Acqua alcalina: di che cosa si tratta? Utilizzi, benefici e controindicazioni

Bere fa bene! Rimanere idratati aiuta a diminuire l’invecchiamento cutaneo e anche ridurre la comparsa delle rughe. La pelle deve essere sempre “piena d’acqua” perché offre una protezione delle cellule. Inoltre, si ha un ricambio rapido delle cellule morte e una rigenerazione che avviene in breve tempo.

Molti utenti non comprendono quale sia l’importanza della composizione delle acque. Una cultura che si è persa, perché perfino gli antichi romani, senza tecnologie, avevano capito che l’acqua era diversa. Le acque termali portano benefici reali all’organismo e anche alla nostra bellezza.

Esiste anche un “sapore” delle acque. Per questo ci sono anche tante diverse industrie di imbottigliamento acqua che valuta e sponsorizza le composizioni dei loro prodotti.

Un’acqua molto buona, particolarmente utile per l’organismo è quella alcalina.

Composizione dell’acqua alcalina

L’acqua alcalina si crea con un procedimento di alcalinizzazione e ionizzazione.

Si parla di un PH superiore a 7. Si usa comunque una sigla, leggibile sulle etichette delle bottiglia d’acqua, che classifica l’acqua alcalina, vale a dire “PH alla sorgente”.

L’acqua pura ha sempre un PH 7 o anche superiore. Esso viene poi modificato in base ad alcune caratteristiche industriali. Tuttavia, quando leggiamo “PH alla sorgente”, allora parliamo di un’acqua alcalina, pura e sterilizzata.

Purtroppo la possiamo comprare perché non esce dai rubinetti di casa. Inoltre ci sono molte industrie che preferiscono aver delle composizioni meno acide poiché più facili da “trattare”.

Benefici per l’organismo

Le acque alla sorgente, cioè le acque alcaline, hanno tantissimi benefici per l’organismo e per la cura della nostra bellezza. Benefici che si sono dimenticati, ma ve li ricordiamo:

L’acqua alcalina ha effetti:

  • Antiossidanti
  • Previene l’osteoporosi
  • Un rimedio naturale per problemi di stipsi e dissenteria
  • Abbassa la pressione, consigliata infatti anche in estate per rimanere idratati
  • Cura gastrite, reflusso e acidità di stomaco
  • Migliora le prestazioni sportive
  • Irrobustisce l’epidermide
  • Elimina rughe
  • Aumenta la rigenerazione cellulare
  • Il corpo rimane molto idratato
  • Aiuta ad eliminare i calcoli renali

L’acqua alcalina è consigliata per le donne in gravidanza. Aiuta a mantenere molte sostanze basiche nelle ossa e nel liquido amniotico. Perfetto per velocizzare, in modo sano, la crescita del feto.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Gli unici effetti collaterali riguardano soggetti che hanno già dei problemi di salute.

Usando farmaci e avendo una dieta eccessivamente ricca di zuccheri e di carne, l’acqua alcalina deve “pretrattare” l’organismo. Nei primi giorni, quando il PH 7 inizia a riequilibrare l’organismo, si potrebbe soffrire di diarrea, avere delle vertigini, meteorismo e nausea.

Si consiglia di alternare l’acqua da bere durante il giorno. Un bicchiere di acqua “normale” e poi di acqua alcalina. Per due o tre giorni, fino poi a bere solo quest’ultima.